Logo-ristretto LogoFilotea

Se qualcuno di voi si è perso lo spettacolo dei burattini di Filotea, parte integrante dello Show "Filotea's Got Talent" (10 Giugno 2017, Centro Polifunzionale, Ragusa), eccolo qui! Sia il teatrino che i burattini sono stati realizzati interamente dai giovani ospiti delle Comunità Filotea, che frequentano i laboratori creativi presso il Centro Polifunzionale ogni martedì e si sono divertiti a doppiare i personaggi. Il breve sketch racconta la vita in comunità con grande ironia. Un grazie speciale a tutti gli operatori e alla gentilissima prof.ssa Isabella Papiro, che hanno prestato la loro voce.  Attendiamo con ansia il prossimo spettacolo dei burattini a Giugno!

Dopo "Filotea's Got Talent" e "Che ridere!" cosa ci aspetta? Vi incuriosiamo con questo breve video...

Giovedì 22 marzo 2018 una delegazione norvegese facente parte di un Centro per la formazione per gli adulti ha visitato lo Sprar di Pozzallo, dopo aver contattato il Centro G. La Pira e l'Associazione Foco. Nella città marinara, fortemente attiva sul tema "immigrazione", è presente un centro Sprar voluto dall’amministrazione comunale e finanziato dal Ministero dell’interno. A curare il progetto la cooperativa Filotea. Si tratta di un centro per la protezione dei richiedenti asilo e rifugiati. Obiettivo la completa integrazione dei richiedenti asilo politico giunti in Italia. La delegazione norvegese e finlandese  che ha visitato il centro di Pozzallo fa parte di un gruppo del “Centro Provinciale per l’Istruzione degli Adulti” . Un’occasione formativa, ma anche un momento di incontro volto alla conoscenza di nuove realtà. Dopo l’arrivo e la sistemazione temporanea presso gli Hotspot del luogo coloro che risultano idonei e aventi diritto di asilo vengono indirizzati e accolti presso questi centri, denominati “Sprar”. Il passo successivo all’accoglienza è e deve essere, per una buona immigrazione, l’integrazione: il progetto portato avanti mira alla riconquista dell’autonomia individuale dei soggetti. L’integrazione si ottiene tramite: l’ orientamento e la conoscenza dei servizi del territorio, la formazione professionale e il conseguente inserimento lavorativo. Ogni giorno vengono avanzati progetti culturali e sportivi realizzati sia all’interno della comunità che all’esterno.

In itinere presso lo SPRAR “Il Mondo di Faber” il progetto “Cineforum Interculturale”. Come afferma la psicoterapeuta, dott.ssa Turtula, l’attività didattica ha come obiettivo quello di avvicinare i giovani ad una forma di espressione artistica, qual è il cinema, considerando che spesso i giovani in generale “consumano” le immagini senza disporre di elementi per la riflessione. La narrazione cinematografica ha una forte valenza formativa poiché incide profondamente sulla sfera emotiva dei ragazzi, sviluppa l’empatia e il pensiero divergente. Durante l’attività vengono proposti film particolarmente adatti ai giovani, che trattano di problematiche quali la diversità, la legalità, gli affetti ecc…
Dopo la visione, momento importante è l’attività di riflessione e approfondimento, non solo allo scopo di sviluppare una propria capacità critica, ma anche di esprimere le proprie emozioni.

Il 29 e il 30 Novembre si è svolta a Strasburgo la Tavola rotonda sui minori migranti e i diritti del fanciullo. Oltre, naturalmente, le ONG, era presente la Prefettura di Ragusa, invitata per l'ottimo lavoro fatto nel territorio.  Il nostro video, mostrato a Strasburgo, è testimonianza di un sistema positivo, quello dell'accoglienza nella Provincia di Ragusa, in cui si trova l'hotspot di Pozzallo. Ecco il video